giovedì 28 marzo 2013

LETTERA APERTA AL GOVERNATORE DELLA CALABRIA GIUSEPPE SCOPELLITI

DA FACEBOOK MINO FORTE

LETTERA APERTA AL GOVERNATORE DELLA CALABRIA 
 GIUSEPPE SCOPELLITI
Mino Forte27 marzo 16.22.11
Caro Peppe, pur convinto di non aver esaustive risposte, sono costretto a tornare su un argomento che mi sta a cuore. La tua decisione di assegnare ad una Società (di cui nessuno sa nulla) il disbrigo delle buste paga per i sorveglianti idraulici si è rivelato un fallimento colossale. Eppure questi signori non prendono briciole per il servizio (sic!) affidatogli. Ad occhio e croce saranno 130mila euro all’anno. Tutto per produrre buste paga infarcite di errori marchiani, roba da dilettanti allo sbaraglio. Ti ricordo che il servizio di che trattasi veniva espletato dagli stessi sorveglianti, in modo impeccabile, senza nessun onere per le esangui casse regionali. Anche il Cud, mi giunge notizia, sembra confezionato in modo a dir poco approssimativo. Come vedi, una sequela di orrori che sarebbe il caso di fermare e dare il benservito agli incompetenti. Nell’incertezza contatta il governatore della Sicilia Crocetta ed informati come si fa a prendere a pedate costoro…legalmente s’intende.

sabato 23 marzo 2013

ASPETTANDO CHE DECIDA .....LA GIUNTA REGIONALE!!!


video
========================================
==========================


Sindacati: ''Vertenza dei sorveglianti idraulici, impegno della Regione per i sorveglianti idraulici'' 
Venerdì 22 Marzo 2013 Di seguito nota dei sindacati di categoria: Apprezzamento e condivisione è stata manifestata dalle federazioni regionali di categoria FAI – CISL, FLAI-CGIL e UILA - UIL su quanto proposto dall’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici, On. Pino Gentile, durante l’incontro tenutosi presso il proprio Dipartimento mercoledì 20 marzo u.s. in merito alla vertenza dei lavoratori addetti alla sorveglianza idraulica calabrese.

L’Assessore Gentile, coadiuvato dal Direttore Generale Ing. Giovanni Laganà e dall’Ing. Salvatore Siviglia, ha esposto alla delegazione sindacale l’intento di voler portare quanto prima in Giunta Regionale una proposta organica di legge regionale per riorganizzare l’attuale servizio precarizzato della sorveglianza idraulica . L’Assessore ha condiviso con le OO. SS. la necessità che gli attuali addetti, circa 300 lavoratori, con contratto di lavoro part-time a 20 ore settimanali, vanno contrattualizzati e gestiti attraverso l’Autorità di Bacino Regionale e non impropriamente dall’AFOR per come avviene adesso. A tal fine proporrà alla Giunta e al Consiglio Regionale di garantire le risorse finanziarie necessarie per rendere il servizio pienamente operativo ed efficiente a favore del territorio calabrese in modo permanente 24 ore su 24.
In tal senso occorre definire meglio il ruolo e le competenze dei Presidi Idraulici dotandoli anche della strumentazione necessaria per sorvegliare e prevenire da possibili esondazioni tutti i corsi d’acqua della Regione. 
Le Organizzazioni Sindacali hanno dato la piena disponibilità a sostenere ad ogni livello la proposta dell’Assessore, impegnandosi a segnalare al più presto i propri componenti che affiancheranno i Dirigenti del Dipartimento nella predisposizione della proposta di legge regionale sui presidi idraulici, per essere portata all’esame della Giunta Regionale . 
Le Organizzazioni Sindacali, infine, hanno rimarcato all’Assessorato la necessità di voler trovare una soluzione immediata per saldare il pagamento delle mensilità arretrate di dicembre 2012 e tredicesima mensilità .
I Segretari Generali
G. Gualtieri S. Aiello A. Merlino

LA REDAZIONE DEL BLOG:  RIPRENDENDO LE PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO, DETTE IL GIORNO DELLE PALME... NON FACCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA!!

martedì 19 marzo 2013

S.N.A.F. SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO FORESTALI - 02/09/2009 - SENTENZA TRIBUNALE SASSARI DEL 10 LUGLIO 2009


Come sindacato impegnato nelle attività volte a far riconoscere i giusti diritti ai lavoratori del comparto forestale , riteniamo necessario precisare che il tempo scorre ma i risultati scarseggiano.. a tal proposito , come già abbiamo affermato in pubbliche ed istituzionali sedi , riteniamo che il comparto idraulico forestale calabrese è ormai ad un bivio , bisogna imboccare una strada giusta e definitiva per porre fine ad una precarietà trentennale e pertanto è ormai necessario chiudere questa fase con la riforma del settore forestale varando un ente pubblico non economico dando il giusto riconoscimento agli operai forestali con un contratto pubblico ed è altrettanto necessario ma soprattutto OBBLIGATORIO definire le questione al quanto ambigua del servizio regionale di sorveglianza idraulica che pagato dal dipartimento lavori pubblici è gestito dall'AFOR Calabria.... a tal proposito abbiamo fatto presente alle istituzioni regionali in diverse occasioni di confronto e con carta scritta quanto ormai sia necessario porre fine a questa anomalia tutta calabrese collocando il servizio di sorveglianza idraulica presso il proprio ente di appartenenza che è l'Autorità di Bacino Regionale al fine di mettere in atto la tanto acclarata e professata attività di prevenzione del rischio idrogeologico in una regione come la Calabria che di questa attività prevenzione e di queste risorse professionali in forza alla sorveglianza idraulica ne ha bisogno come il pane quotidiano per iniziare a dare i risultati di cui il territorio ha bisogno dunque per la messa in sicurezza dello stesso.. 

La mole di informazioni raccolte dalla sorveglianza idraulica deve rappresentare una risorsa ed essere utilizzata fattivamente per giungere ad una messa in sicurezza del territorio e tutto questo a nostro pensare deve avvenire dando le giuste capacità professionali e di compentenza all'ente che è naturalmente preposto
 alla gestione di un servizio importante come la Sorveglianza Idraulica ....... 
Ci sono le risorse ed i fondi comunitari che offrono la possibilità di chiudere definitivamente questa vicenda di vergognoso precariato per un servizio pubblico , essenziale , ininterrompibile quale è la sorveglianza idraulica calabrese, applichiamo questi fondi e portiamo il servizio di sorveglianza idraulica presso l'autorità di bacino come già avvenuto in tutte le regioni d'Italia. 
Come sindacato abbiamo auspicato questo, speriamo sinceramente e ci aspettiamo che anche le altre sigle sindacali confederali e non si spendano in questo senso . 

La Segreteria Regionale Snaf - Fna Calabria


video

==================================================


Cari lavoratori , il post che pubblichiamo, rappresentano in modo chiaro come lo snaf abbia diritto ad essere ammesso a godere dei diritti sindacali previsti dalla legge e di cui ogni sigla confederale e autonoma come lo snaf ha diritto ad usufruire.. di seguito pubblichiamo il comunicato del segretario generale nazionale di FNA - CONFSAL e la relativa sentenza emessa dal tribunale di SASSARI che deve essere applicata in ogni regione d'italia .... 
La Segreteria Regionale SNAF - FNA Calabria



02/09/2009 - SENTENZA TRIBUNALE SASSARI DEL 10 LUGLIO 2009

S.N.A.F. SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO FORESTALI Sindacato di settore della F.N.A-Conf.S.a.l. Segreteria Nazionale Roma, 3 settembre 2009 A tutte le sedi Oggetto: sentenza Tribunale Sassari del 10 luglio 2009 Sono lieto di comunicarVi che il Tribunale di Sassari, con la Sentenza del 10 luglio 2009, ha riformato il Decreto n.1745/03, emesso a nostro danno dal medesimo Tribunale prima dell’ammissione alla contrattazione del C.I.R.L. 2000/2003, in quanto riteneva che lo S.N.A.F. non potesse usufruire delle prerogative sindacali perché non firmatario del C.C.N.L. 1996/1999 degli addetti ai lavori di sistemazione idraulico forestale e idraulico agraria. Lo stesso Tribunale, con la medesima sentenza, ha dato ragione allo S.N.A.F. e condannato l’Ente Foreste ad attribuire i permessi sindacali secondo quanto previsto dall’art.42 del D.lgs. n.165/01, così come avviene in tutti gli altri comparti del P.I., nonchè ad assegnarci un locale per l’espletamento dell’attività sindacale nella Sede del Servizio territoriale di Sassari del medesimo Ente o nelle vicinanze. Anche con la predetta sentenza è stato sancito, così come sostenuto dallo S.N.A.F. sin dal 1999, che anche negli Enti Forestali pubblici le OO.SS. in possesso della rappresentatività minima del 5% sono ammesse di diritto, quanto meno, alla contrattazione del C.I.R.L. del comparto Forestale, anche se non hanno sottoscritto il C.C.N.L. degli addetti ai lavori di sistemazione idraulico forestale e idraulico agraria e, in conseguenza, hanno diritto alle prerogative sindacali, ai sensi della legislazione nazionale applicabile anche ai rapporti sindacali tra gli Enti Forestali non economici e le OO.SS. rappresentative. Il predetto principio, confermato dalla predetta sentenza, che non prevede affatto la sottoscrizione del C.C.N.L. per essere ammessi alla contrattazione collettiva del C.I.R..L., come invece sostengono gli Enti Forestali delle altre Regioni e le sigle FLAI, FAI e UILA, è estendibile anche alle altre strutture Regionali S.N.A.F. se in possesso della minima rappresentatività del 5% dei dipendenti sindacalizzati. Con la predetta sentenza i ricorsi vinti dallo S.N.A.F. tra decreti e sentenza ammontano a 10 (Decreti nn. 3/1998; 14/2004, 5/2005, 10/2006 e 3/2009 – Sent. nn 1773/03; 2/2004; 2016/2007, 2588/2008 e 10 luglio 2009). La predetta sentenza conferma, altresì, il diritto dello S.N.A.F. di ottenere il risarcimento pecuniario dei danni cagionati dall’Ente Foreste della Sardegna per essersi opposto contro legge, nell’arco di nove anni, all’applicazione dell’art.42 del Decreto legislativo n.165/01 e all’art. 27 della L. n.300/1970, danni che ammontano a circa 850 mila Euro, il cui ricorso sarà depositato agli inizi del prossimo mese di agosto. Pertanto, inseriamo nel sito F.N.A. la citata sentenza perché gli operai forestali sappiano che lo S.N.A.F. è ostacolato dagli Enti forestali e dalle altre sigle, in quanto è impegnato contro le discriminazioni che gli stessi operai subiscono con l’applicazione del C.C.N.L. sottoscritto dalla FLAI, FAI e UILA. E’ gradita l’occasione per porgere distinti saluti. All.1

Il Segretario Nazionale Cosimo Nesci








sabato 16 marzo 2013

Ecco i droni per riprese aeree


ECCO I DRONI PER LE RIPRESE AEREE

video

video


video


Stanchi delle solite e monotone riprese statiche? Volete qualcosa di accattivante come ad esempio riprendere gli oggetti dall’alto? Magari girando filmati con panoramiche mozzafiato dall’alto? Bè ora tutto questo è possibile grazie ai droni.
Molto simili a eleccotterini i droni sono robot radiocomandati a 4, 6 o 8 motori dotati di un obbiettivo fotografico che permette di scattare fotografie o girare video (anke in HD) fino a 150 metri d’altezza, sono dotati di sistema gps e inoltre  grazie alla tecnologia dello streamingpotremo in ogni momento vedere ciò che il nostro drone sta inquadrando grazie ad un piccolo monitor posto sull’unità di comando (molto simile ai telecomandi dei modellini di elicottero) oppure nei modelli più costosi grazie a degli occhiali a realtà virtuale.Le riprese risulteranno davvero incredibili e sempre fluide. Gli usi sono molteplici: ludico, geologico, eslorativo e tanto tanto altro. Ma la cosa più incredibile è che il forte sviluppo di queste apparecchiature negli ultimi anni ha fatto si che adesso non solo i professionisti ma anche i piloti a livello amatoriale possano divertirsi con questi fantastici apparecchi che sembrano provenire direttamente dai film di fantascienza.Esistono infatti droni per tutte le tasche. Esistono addirittura droni, come l’AR drone, pilotabili direttamente da iphone o ipad. Il prezzo di partenza si aggira intorno ai 300 euro. 

CHE SPETTACOLO....


HeliVR in collaborazione con la casa di produzione Sputnik realizza le riprese aeree tramite il nostro drone per l'evento Taste of Roma tenutosi presso l'Auditorium Parco della Musica.
Di seguito una brevissima preview di alcune riprese aeree in notturna eseguite durante l'evento.

venerdì 15 marzo 2013

CRONACA / Famiglia bloccata dentro un Suv su un fiume Volevano guardare il letto del fiume Amato.


CRONACA / Famiglia bloccata dentro un Suv su un fiume

Volevano guardare il letto del fiume Amato. Li salvano i Vigili del Fuoco
Giovedì 14 Marzo 2013 - 13:32
LameziaInforma.it Famiglia bloccata dentro un Suv su un fiume LameziaInforma.it: Famiglia bloccata dentro un Suv su un fiume

Tempestiva e brillante operazione della squadra dei Vigili del Fuoco del Distaccamento
di Lamezia Terme che nella giornata di ieri è intervenuta alle ore 14:30 in località Trigna
per soccorrere 4 persone bloccate, tra cui due bambini, in un Suv che voleva guadare il letto del fiume Amato. L'intervento dei Vigili del Fuoco coordinati dal Capo Squadra Esperto STELLA Lorenzo, si è protratto per circa due ore in quanto reso difficoltoso dalla corrente del fiume. Sul posto veniva inviato anche il personale del Nucleo SAF (Speleo Alpino Fluviale) della sede centrale di Catanzaro. I
Vigili, con l'ausilio di un trattore, hanno tratto in salvo le persone all'interno dell'auto e successivamente hanno recuperato e messo in sicurezza anche l'autovettura.
 

domenica 10 marzo 2013

HobbyHobby Italia Droni professionali per uso civile, FPV e UAV





                                     http://www.hobbyhobby.it/index.html

video


Abbiamo un reparto tecnico completamente specializzato nella costruzione di droni professionali per uso civile nelle seguenti applicazioni: riprese aeree, cinematografia, controllo ambientale, protezione civile, fotogrammetria, ecc . Siamo rivenditori autorizzati in Italia per i marchi DJI Innovations, Mikrokopter, Cinestar, Droidworx ed altri. Il nostro staff tecnico può proporre soluzioni all’avanguardia in quanto collabora con molte università estere in Cina e negli Stati Uniti per lo studio sui droni.
Siamo i primi in Italia ad offrire prodotti per FPV "First Person View" professionali e testati dal nostro reparto tecnico. Collaboriamo con la protezione civile ed enti di ricerca per la costruzione di modelli radiocomandati idonei al monitoraggio del territorio e riprese aeree in alta definizione. Siamo inoltre distributori ufficiali di batterie, motori e regolatori TURNIGY per l'Italia. I prodotti TURNIGY sono realizzati con alta tecnologia e grazie all'importazione diretta riusciamo ad offrirveli ai prezzi più bassi del mercato.
Dal 2012 siamo diventati partner tecnologici con l’Univesità dello Shenzen – CN per lo studio di nuove elettroniche e droni ad uso civile.


IL BELLO DEI DRONI....IMMAGINI PERFETTE....




FPV
Siamo il primo sito in Italia ad offrire prodotti ed accessori professionali per l’FPV (FIRST PERSON VIEW) per aerei, elicotteri, auto, barche.
Questa tecnica prevede di pilotare un modello che verrà appositamente predisposto con telecamera e trasmettitore a bordo , da terra con gli occhiali virtuali o monitor.
Grazie alla nostra grande esperienza nel settore dell'FPV collaboriamo con la protezione civile e molti enti di ricerca per la realizzazione di modelli radiocomandati che permettano il monitoraggio del territorio e le riprese aeree di alta qualità. Il nostro staff tecnico potrà seguire i vostri progetti e dare un'assistenza continua anche durante la fase di post-vendita. 
Abbiamo a disposizione molti accessori tra cui alcuni che offrono la possibilità di motorizzare la telecamera per avere una visuale di quasi 300 gradi.
In questo modo potrete per esempio volare con il vostro aereo o elicottero in aree molto vaste, anche non direttamente visibili a occhio nudo e finalmente volare tra le nuvole a quote di 2000 metri. Potrete inoltre implementare tecniche di guida gps e con autopilota, vi sembrerà di pilotare un mezzo reale!


Contatti
Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci cercheremo di risponderti nel più breve tempo possibile.
Il nostro punto di forza è la disponibilità nei confronti dei nostri clienti con un servizio qualificato pre e post vendita.

Informazioni tecniche pre e post venditainfo@hobbyhobby.it
Assistenza tecnica a pagamentoassistenza@hobbyhobby.it 
Il servizio telefonico è momentaneamente sospeso a causa delle troppe richieste. Se avete esigenza di essere contattati inviate una mail con il vostro recapito.



LA REDAZIONE DEL BLOG : IL CORPO FORESTALE DELLO STATO POTREBBE ESSERE MUNITO DI QUESTI DRONI IN PARTICOLAR MODO PER
IL CONTROLLO DEI BOSCHI AL FINE DI ATTIVITA' DI PREVENZIONE E DIFESA DAGLI INCENDI -    pare che qualcosa si stia gia' facendo.....

CFS - Newsletter

  • HOME
  •  
  • NEWSLETTER 
  • ISCRIZIONE
  •  
  • ARCHIVIO
  •  
  • CHI SIAMO


  • I DRONI PER CONTRASTARE REATI AMBIENTALI -
    Sono piccoli aeromobili comandati a distanza che vengono impiegati per il monitoraggio del territorio in materia ambientale. La Forestale ne sta testando le potenzialità nella lotta agli incendi boschivi e nel contrasto ai reati legati all'inquinamento del suolo.
    Il Corpo forestale dello Stato sta sperimentando tecnologie innovative per il contrasto dei reati in danno all'Ambiente. Di particolare rilievo, sono le attività di termografia aerea svolte sia con piattaforme aeree convenzionali (elicotteri, ultraleggeri, palloni frenati, etc.), sia con "Drone"/UAS (veicoli senza pilota)/UAV (aeromobili a pilotaggio remoto) di tipo multi rotore. Si evidenzia che i dati rilevati, grazie alla particolare sensoristica avanzata sono in grado di  restituire non solo immagini ma, soprattutto, misure radiometriche oggettive,facilmente correlabili ad altri dati raccolti nello scenario esaminato anche con tecniche differenti e con approcci multidisciplinari. I metodi e le tecnologie utilizzate in via sperimentale, sono già stati validati in diverse azioni di "polizia ambientale", coordinate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, in collaborazione con l'Università  Parthenope di Napoli, Dipartimento di "Ingegneria Sanitaria Ambientale" diretto dal Prof. M. Lega, che hanno contribuito ad arricchire le potenzialità procedurali e tecnologiche nella lotta contro gli illeciti ambientali ed hanno portato alla definizione di protocolli d'intesa con Corpi di polizia, tra cui il Corpo forestale dello Stato, per la cooperazione in attività istituzionali di interesse comune. Le termocamere che possono essere montate anche a  bordo dei Droni, sviluppati dalla citata Università,  sono in grado di rilevare rifiuti e sversamenti, il più delle volte invisibili ai normali controlli effettuati su terra.

    Commissario Capo Forestale
    Dr. Marco Di Fonzo
    Responsabile NIAB del Corpo forestale dello Stato
    A cura dell'ufficio stampa dell'Ispettorato generale del Corpo forestale dello Stato

    venerdì 8 marzo 2013

    La grande attenzione ai "carrozzoni" tutti calabresi quale l'Afor



    DE ZORZI: “NEL 2012 È MIGLIORATA LA SPESA SANITARIA REGIONALE” 

    Corte dei Conti di Catanzaro inaugura l’anno giudiziario

      La grande attenzione ai "carrozzoni" tutti calabresi quale l'Afor che, da solo, vanta un deficit finanziario di 150 milioni di euro
    Tra le 3.801 vertenze aperte nel 2012 dalla Procura regionale della Corte dei Conti c'è quella relativa al «deficit di 150 milioni di euro nel bilancio dell’Afor, nonchè quelle numerosissime in materia di fondi comunitari, di indebita percezione di indennità da parte dei medici e di mancati riscossioni e versamenti». È quanto è emerso dalla relazione del Procuratore regionale. La Corte dei Conti ha rivolto particolare attenzione anche sul fronte dei fondi pubblici e comunitari. Nel 2012, infatti, il numero delle citazioni in materia di fondi comunitari è stato pari a 68, di cui 26 hanno riguardato i fondi Fesr, 23 i fondi Feoga e 19 quelli per la legge 488/92 con un incremento del 30% rispetto al 2011. «L'attività d’indagine – ha aggiunto Astraldi De Zorzi - diretta alla repressione delle frodi comunitarie su delega delle competenti Procura della Repubblica ha comportato l’accertamento di danni erariali per 8 milioni e 880 mila euro. Tra essi merita menzione l’atto di citazione a carico di due società che hanno indebitamente percepito fondi comunitari per l’importo totale di oltre 5 milioni di euro attraverso una pluralità di operazioni illecite».

    FONDI REGIONE. L'indebita appropriazione di 266 mila euro da parte del presidente di un gruppo consiliare regionale della Calabria, di cui non viene fatto il nome, è citata nella relazione del Procuratore regionale. «Un dato di assoluta novità – ha detto Astraldi De Zorzi - riguarda un atto di citazione, relativo ad una fattispecie di responsabilità contabile, nei confronti di un consigliere regionale, per indebita appropriazione di 266 mila e 944 euro destinati alle spese di funzionamento del gruppo di cui questo consigliere era presidente».


    video



    martedì 5 marzo 2013

    DAL QUOTIDIANO DEL 5 MARZO 2013

    DAL QUOTIDIANO DEL  5 MARZO 2013
    CI SI RICORDA DELLA SORVEGLIANZA IDRAULICA SOLO DOPO I GUAI... NOI INVECE VOGLIAMO RICORDARE A CHI DI COMPETENZA IL FAMOSO QUESTION-TIME DI QUALCHE MESE FA IN CONSIGLIO REGIONALE......E' VENUTA L'ORA DI DECIDERE
    video

    lunedì 4 marzo 2013

    REGIONE; IN SETTIMANA EFFETTUATI PAGAMENTI PER 30 MLN EURO


    IL PUNTO DI VISTA:
    VORREMMO SAPERE SE ANCHE  LA SORVEGLIANZA IDRAULICA RIENTRA IN QUESTI PAGAMENTI E SE  RESTERA' QUALCHE EURO PER PAGARE APPUNTO LE SPETTANZE ARRETRATE?????? 


    domenica 3 marzo 2013

    I VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILE DI PALMI RISPONDONO ALLE CHIAMATE........


    I VOLONTARI DELLA  PROTEZIONE CIVILE DI PALMI SONO INTERVENUTI NELLA ZONA DELLA TONNARA DI PALMI COLPITA DALLE INCESSANTI PIOGGE DI QUESTE ORE, CHE HANNO DETERMINATO DIVERSI ALLAGAMENTI E FRANE, A SUPPORTO DEI VIGILI DEL FUOCO CHE  TEMPESTIVAMENTE HANNO RISPOSTO ALLE CHIAMATE DELLA POPOLAZIONE DEL QUARTIERE PIETRENERE - TONNARA  - 
    ( SERVIZIO FOTOGRAFICO A CURA DI LUIGI IUSI  - volontario  PROTEZIONE CIVILE- PALMI )










    Linea verde del 03/03/2013

                         Linea verde del 03/03/2013
    CLICCA SUL LINK PER VEDERE IL FILMATO 


    QUESTO E' QUELLO CHE E' ACCADUTO  CIRCA 4 MESI FA IN TOSCANA..... MOLTE ZONE ITALIANE SONO A RISCHIO FRANE ED ALLUVIONI, LA CALABRIA  E'  LA REGIONE   DOVE QUESTE CALAMITA' SONO FREQUENTI. PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE.......MA NEL MODO GIUSTO!

    video

    PER NON DIMENTICARE RINFRESCHIAMO LA MEMORIA - 

    QUESTE SONO LE DICHIARAZIONI FATTE  DALL'ASS. GENTILE IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA IDRAULICA IL 17 gennaio 2011 - " Soddisfatto anche l'assessore regionale ai Lavori pubblici, Giuseppe Gentile, a partire dal risvolto occupazionale del progetto: "Quella per i lavoratori della Why not - ha affermato - era una lunga battaglia, durata dieci anni, ora con la sistemazione part-time si risolve un problema che fa parte della prevenzione. Si tratta di lavoratori specializzati che possono dare un grande contributo, con problemi che vanno risolti a monte e non dopo che accadono i drammi". Rispetto ai risultati che potranno essere raggiunti, partendo da quelli non completamente positivi del passato, Gentile ha aggiunto che "prima questi lavoratori erano sistemati alla buona, ora con l'Afor sappiamo che lavoro fanno e cosa devono fare, quindi hanno delle responsabilita' diverse""

    CLICCA SUL LIMK PER VEDERE IL FILMATO 

    STIPENDI E FUTURO INCERTI ? LE TRAGEDIE SI POSSONO EVITARE

    Da youtube
    COMPLIMENTI AI COLLEGHI CHE HANNO PRODOTTO QUESTO FILMATO
    video

    IL PUNTO DI VISTA : 
    LE SPETTANZE AD OGGI SONO LE SEGUENTI ..... DICEMBRE 2012 .... TREDICESIMA 2012 .... GENNAIO 2013 .... FEBBRAIO 2013 - STIAMO PARLANDO DI STIPENDI CHE AMMONTANO A 600-700 EURO MENSILI ....  AUTORITA',  POLITICI, SINDACATI VI RENDETE CONTO CHE LE FAMIGLIE SONO ALLA FAME ...... LA POLITICA TUTTA DEVE  CAPIRE CHE IL CAMPANELLO DI ALLARME SI E' FATTO SENTIRE CON GLI ULTIMI DATI ELETTORALI ... SPECIE IN CALABRIA ...... NON SI PUO' TIRARE TROPPO LA CORDA ...   L'ANOMALIA DELLA  REGIONE CALABRIA E' CHE  IL SERVIZIO RISULTA ESSERE   PUBBLICO ED  ESSENZIALE   PART-TIME 20 ORE SETTIMANALI.... QUESTO SERVIZIO  E' STATO AFFIDATO  ALL'AFOR  DAL 20 DICEMBRE 2010 
    ( COMMISSARIATA DA BEN 7 ANNI  ). QUALE FUTURO PER QUESTI LAVORATORI QUINDI, COME PUO' ESSERE GESTITO QUESTO SERVIZIO CON DUEMILIONISETTECENTOCINQUANTA MILA EURO STANZIATI  PER UN ANNO....... FATEVI BENE I CONTI, QUESTI SOLDI   NON BASTERANNO PER PAGARE GLI STIPENDI   E NON SI ARRIVERA' PROBABILMENTE NEANCHE  A MAGGIO 2013, QUI' QUALCUNO DEVE INTERVENIRE SU QUESTO SERIO PROBLEMA! O  IN CASI ESTREMI SAREMO COSTRETTI VISTO CHE LA PAZIENZA HA UN LIMITE  A RIVOLGERCI ALLE VARIE  PROCURE DELLA REPUBBLICA  .
    =======================================================================

    ISMETT - Palermo

    Un fiore all'occhiello della sanità ... una grande speranza per tanti malati...!!!!!


    ISMETT - Palermo


    video
    come

    Prenotare una visita



    Per prenotare una visita a ISMETT si può:
    Ambulatorio
    • Contattare l’Ufficio Prenotazioni Prime Visite ISMETT (Triage Nurse), specificando che si tratta di un primo contatto: Tel 091 2192133 (da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 14.00 alle 15.00)
    • Inviare la documentazioni Clinica – all’attenzione del Triage Nurse – al seguente numero di Fax (attivo 24 ore su 24): 091 2192432
    • Inviare una mail ad: ufficioprenotazioni@ismett.edu
    • Consegnare direttamente al Triage Nurse di ISMETT in via E. Tricomi n. 5, la documentazione clinica (da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 11.30)
    Lo staff di ISMETT vi contatterà subito dopo aver preso visione della vostra documentazione clinica e vi comunicherà data ed orario del vostro appuntamento. L'ISMETT fa parte integrante del Sistema Sanitario Regionale (SSR): per accedere alle cure mediche bisogna quindi pagare solo il ticket.

    grazie ISMETT.....

    venerdì 1 marzo 2013

    DRONI.....IL FUTURO VISTO DALL'ALTO


    Benvenuti su HobbyHobby Italia 
      Status
    Questo sito nasce dalla passione modellisti ed ingegneri elettronici e non da semplici venditori. Per questo motivo tutti i prodotti qui in vendita vengono prima accuratamente testati sul campo di volo in modo da offrire al cliente solo le cose migliori ed introvabili nei normali negozi di modellismo.
    Abbiamo un reparto tecnico completamente specializzato nella costruzione di droni professionali per uso civile nelle seguenti applicazioni: riprese aeree, cinematografia, controllo ambientale, protezione civile, fotogrammetria, ecc . Siamo rivenditori autorizzati in Italia per i marchi DJI Innovations, Mikrokopter, Cinestar, Droidworx ed altri. Il nostro staff tecnico può proporre soluzioni all’avanguardia in quanto collabora con molte università estere in Cina e negli Stati Uniti per lo studio sui droni.
    Siamo i primi in Italia ad offrire prodotti per FPV "First Person View" professionali e testati dal nostro reparto tecnico. Collaboriamo con la protezione civile ed enti di ricerca per la costruzione di modelli radiocomandati idonei al monitoraggio del territorio e riprese aeree in alta definizione. Siamo inoltre distributori ufficiali di batterie, motori e regolatori TURNIGY per l'Italia. I prodotti TURNIGY sono realizzati con alta tecnologia e grazie all'importazione diretta riusciamo ad offrirveli ai prezzi più bassi del mercato.
    Dal 2012 siamo diventati partner tecnologici con l’Univesità dello Shenzen – CN per lo studio di nuove elettroniche e droni ad uso civile.