giovedì 26 giugno 2014

eternit

Lastre di eternit e scarti interrati, sequestrata area di 2.500 mq nel crotonese

Calabria, Giovedì 26 Giugno 2014 - 08:37

Massimiliano Chiaravalloti

I "baschi verdi" della Compagnia della Guardia di finanza di Crotone, insieme al Corpo forestale dello Stato, hanno sequestrato due capannoni ed un'area di 2.500 metri quadri di un'azienda agricola. Sull'area era stata realizzata una discarica abusiva ed erano presenti capannoni con copertura in eternit. Socio ed amministratore della società titolare del terreno sono stati denunciati per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e di omessa bonifica. L'attività della finanza che ha portato al sequestro è partita dopo una segnalazione della sezione aerea delle fiamme gialle di Lamezia Terme, che aveva individuato un sito posto nella periferia sud della città, caratterizzato dalla presenza di capannoni, in apparente stato di abbandono, con copertura in eternit che risultava in più punti non integra e, nelle adiacenze, anche vario materiale di risulta. Nel corso degli accertamenti, i finanzieri hanno appurato che anche il Corpo forestale, attivatosi autonomamente, stava già facendo degli approfondimenti. Le indagini sono così proseguite congiuntamente. Nel corso del controllo, finanzieri e agenti della forestale hanno accertato le condizioni di pericolo dovute alla copertura in eternit di due capannoni, trovando anche materiale di risulta e diversi rifiuti abbandonati all'interno degli stabili. Inoltre, le verifiche hanno permesso di individuare anche alcune buche scavate negli spazi adiacenti agli immobili, con interrati pezzi di cemento armato, calcinacci, blocchetti in cemento, oggetti di plastica, pezzi di lastre di fibrocemento e parti di capannone derivati dalla demolizione. Durante le ricerche è stata trovata pure la carcassa di un'autovettura completamente interrata ed una buca con segni evidenti di una recente combustione di materiale plastico. (ANSA) - 

martedì 24 giugno 2014

COMUNICATO SINDACALE....

Richiesta di incontro Ass. LL.PP.
Catanzaro, lì 19/06/2014
Alla spett. le Attenzione
Assessore Infrastrutture ed ai Lavori Pubblici
On. Giuseppe Gentile
Via Francesco Crispi, 33
88100-Catanzaro
Oggetto: Richiesta Incontro per attuazione Delibera di G.R. 301/2013 “Servizio di Sorveglianza Idraulica e Monitoraggio Della Rete Idrografica Regionale” .
Premesso che:
• che la scrivente Organizzazione Sindacale Confederale è firmataria del contratto collettivo nazionale attualmente applicato ai lavoratori del Servizio di cui all’oggetto;
• che tra i lavoratori della medesima, una parte di essi ha legittimamente formalizzato la propria adesione alla U.G.L. (Unione Generale del Lavoro) al fine di essere tutelati ed assistiti;
• che dal mese di aprile 2014, l’intero contingente che garantisce il servizio Pubblico Essenziale di “Servizio di Sorveglianza Idraulica e Monitoraggio Della Rete Idrografica Regionale” dall’Afor è transitato ad Azienda Calabria Verde;
• che, dal 1° Aprile 2014 i suddetti lavoratori sono passati da un contratto part-time a full-time per garantire, come previsto dalla legge, il servizio di controllo permanente sul territorio;
• che, la stessa Azienda, ai sensi della L.R. 25/2013 , della Delibera di G.R. 301/2013 nonché per come rappresentato dall’art. 2 comma d) dell’atto aziendale provvisorio, approvato con Delibera n. 05 del 07/03/2014, l’Azienda Calabria Verde deve esercitare le attività di servizio di monitoraggio e sorveglianza idraulica della rete idrografica regionale secondo le indicazioni e le metodologie previste nella Delibera della Regione Calabria n° 301/2013, la quale prevede l’attivazione graduale dei presidi su quattro livelli di operatività, di cui, il livello “A” (Monitoraggio del rischio idraulico), di immediata attuazione;
• che, nel Livello “A” della citata Delibera, i componenti della squadra sono dipendenti di categoria B/C profili professionale contenuto nel “sistema di classificazione del personale” del CCNL “Regioni Ed Autonomie locali”. Dall’esame della documentazione afferente i dipendenti transitati dall’AFOR che si occupavano del medesimo servizio, risulta un inquadramento giuridico individuato al IV livello del CCNL per gli “addetti” ai lavori di sistemazione idraulico forestale;
• che quanto rilevato dal sottoscritto dall’esame degli atti prodotti per l’avvio di Azienda Calabria Verde, era stato già ampiamente rilevato e posto in evidenza in termini di “incongruenze” dal Responsabile del Servizio “AFOR” con nota prot. N. 4712 del 14/02/2014;
• che, quanto previsto nei punti precedenti, allo stato attuale, considerata la natura del “Servizio Pubblico Essenziale” nonché le fonti normative nazionali, allo stato attuale non può essere garantito al 100% nemmeno il livello “A” in quanto composto da personale di qualifiche “B” “C” e “D” di cui al CCNL “Regioni ed Autonomie Locali” quindi contratto pubblico. Per cui, necessità l’inquadramento del personale attuale presente nell’afor selezionato attraverso i “C.P.I” ai sensi della L.R. 31/2009 e 52/2009 attraverso adeguate procedure nel CCNL “Regioni ed Autonomie Locali” per le funzioni di servizio pubblico essenziale dagli stessi svolti;
• che, la scrivente O.S. ha segnalato ai vertici dell’Azienda quanto riportato precedentemente sottolineando la necessità di procedere secondo la normativa vigente all’attuazione di quanto disposto dalla Delibera di G.R. 301/2013 per consentire alla Regione Calabria di dotarsi del Servizio, considerata la natura, in modo conforme a quanto disposto dal Deliberato del 2013.
• Che, alla data odierna, ci risulta che non è stato approvato l’Atto Aziendale Definitivo e, di conseguenza anche la Pianta Organica allo stato attuale può definirsi “provvisoria”.
Per quanto sopra evidenziato di intesa con la FEDERAZIONE REGIONALE AGRICOLA-FORESTALE si,
CHIEDE
Alla S.V.:
Un incontro urgente per sollecitare l’attivazione delle procedure amministrative necessarie alla corretta applicazione della Delibera di G.R. 301/2013 per le motivazioni sopra citate.
In attesa di un cortese sollecito riscontro, colgo l’occasione per inviare cordiali saluti.
PER L’UGL
Gianluca PERSICO

martedì 17 giugno 2014

CALABRIA NOTIZIE......

Area d'interesse: Giunta
Data pubblicazione: 17-06-2014
 La Giunta regionale si è riunita d’urgenza, questa mattina, presieduta dalla Presidente f.f. Antonella Stasi, con l’assistenza del Dirigente generale Francesco Zoccali. Nel corso della riunione che segue l’avvenuto pagamento di ieri delle spettanze in favore dei lavoratori forestali, è stato sottolineato che  anche per l’annualità 2014 la Giunta regionale è costretta ad evidenziare le notevoli difficoltà connesse al rispetto del patto di stabilità che, in quanto tale, impedisce l’erogazione di risorse finanziarie disponibili da poter immediatamente immettere nel circuito economico della Calabria. La Giunta ha ribadito che lintenzione è quella di voler rispettare il Patto di stabilità, così come è avvenuto negli anni passati con ilPresidente Scopelliti, ma che è altrettanto giusto riconoscere che il mantenimento di tale indispensabile vincolo comporta sacrifici che andranno inevitabilmente a gravare sulle fasce più deboli, rendendo ancora più fragile un tessuto economico e sociale fin troppo martirizzato. Infatti, è stato ricordato che in Calabria esistono storiche emergenze sociali ben note alla politica ed alle istituzioni che si sono susseguite nel corso degli anni e che, in maniera cronica, incidono pesantemente sullo sviluppo economico e culturale di questa Terra, lesinando legittimamente risorse ingenti. E’ opportuno – è stato detto - che i settori della forestazione, dei trasporti, dei servizi sociali e socio-sanitari, nonché dell’urbanistica per quanto riguarda la ristrutturazione dei centri storici, individuati da questa Giunta regionale come le criticità prioritarie di maggiore impatto economico, siano necessariamente posti nella condizione di poter corrispondere mensilità ai lavoratori e somme alle imprese che hanno erogato, ormai da considerevole tempo, servizi e prestazioni, indispensabili per allentare quelle tensioni sociali che quotidianamente assumono contorni sempre più gravi. Ai Dipartimenti regionali di competenza è stato disposto di individuare, celermente, il fabbisogno economico necessario per fronteggiare le emergenze principali ed assolutamente inderogabili. Alla luce di quanto esposto, quindi, la Giunta ha chiesto ufficialmente al Governo Nazionale un concreto coinvolgimento, attraverso l’immediata convocazione della “Cabina di Regia”, appositamente istituita per affrontare questo genere di emergenze. Un apposito tavolo di discussione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, affinché si possa valutare la possibilità di consentire specifica deroga al patto di stabilità, verso la risoluzione delle sole criticità individuate e condivise, ribadendo però, con estrema determinazione, che i limiti di legge previsti sono sempre stati da questa Giunta osservati scrupolosamente. E’ d’obbligo, infine, rivolgere alle forze politiche, alle rappresentanze sindacali ed agli imprenditori di questa regione, un appello affinché valutino quando detto e, ci auguriamo, decidano di condividere e sostenere questa richiesta, con forza e decisione, in ogni sede opportuna, per il bene comune di tutti i calabresi. p.m. o.m.

venerdì 6 giugno 2014

COMUNITA' MONTANA di MELITO PORTO SALVO...ANCORA INCERTEZZE. 

video

 Il D.G. di CALABRIA VERDE interviene al TG della CALABRIA e PRECISA..........

video

giovedì 5 giugno 2014

ALL'INTERNO DEL FIUME UNA DISCARICA DI ETERNIT



All'interno del fiume una discarica di eternit, falde acquifere a rischio
CORIGLIANO CALABRO (CS) – I forestali di Corigliano hanno posto sotto sequestro una area invasa da rifiuti abbandonati.

ALL'INTERNO DEL FIUME UNA DISCARICA DI ETERNIT, FALDE ACQUIFERE A RISCHIO


I sigilli sono stati apposti a terreni di proprietà demaniale di circa 1000 m2 in prossimità dell’alveo del torrente “Germanito” al cui interno sono stati scaricati rifiuti pericolosi e non quali calcinacci, materiale plastico, eternit, materiale ferroso, vetro, mattonelle e altro. La discarica è posizionata nell'alveo del torrente a pochi metri dal lungomare della frazione di Schiavonea, pertanto in area sottoposta a vincolo paesaggistico. Tale abbandono di rifiuti rappresenta oltre che un degrado oltremisura del sito anche un imminente pericolo per l'ambiente, soprattutto per le falde acquifere del torrente Gennarito. Gli uomini del Comandate regionale Giuseppe Graziano hanno provveduto al sequestro dell’area e all’avvio delle indagini indirizzate all'individuazione dei responsabili.

mercoledì 4 giugno 2014

Dissonanze records annuncia il primo lavoro in studio della nuova etichetta indipendente.Da lunedì 26 maggio in rotazione radiofonica e in tutti i digital store, "Winè" il nuovo singolo di Giulio Silvestris dj con la straordinaria partecipazione di Soldat Jahman"Sono fiero del mio nuovo disco" -- racconta Giulio Silvestris dj -- "Dopo il successo di Ven A La Fiesta sono tornato a produrre con diverse collaborazioni di artisti conosciuti nel mondo. E' un disco che fa ballare in tutte le lingue del mondo per un'estate calda e frizzante!!!Il brano anticipa il suo prossimo album, in uscita il 9 giugno, su etichetta e distribuzione Dissonanze records. "Winè", il singolo che farà da traino radiofonico all'intero lavoro discografico vede la partecipazione straordinaria di Soldat Jahman, artista latino kreyol di fama internazionale (è uno dei nomi più richiesti del circuito Zumba fitness), noto in tutto il mondo per i suoi successi e le collaborazioni con Luis Guisao.

Le spiagge di Tropea nel video di “Winè”, già tormentone dell’estate 2014


CALABRIA.. DA VIVERE E BALLARE..

martedì 3 giugno 2014

A PROPOSITO DI BANCHE........


PRIMA VOLTA IN ITALIA I SEGRETI PER LA VERIFICA DI USURA BANCARIA


CLICCA SU QUESTO LINK E TI RENDERAI CONTO...........