martedì 23 settembre 2014




CRONACA / Protesta sorveglianti idraulici blocca via Lucrezia della Valle

Non ricevono lo stipendio dal mese di giugno 

Lunedì 22 Settembre 2014 -
Non ricevono lo stipendio dal mese di giugno e non ci sono notizie della copertura finanziaria per il servizio fino al mese di dicembre, i sorveglianti idraulici, circa 140,  stanno manifestando davanti alla sede dell'assessorato all'agricoltura in via Lucrezia della Valle e chiedono di parlare con la presidente della Regione facente funzioni, Antonella Stasi.
Un servizio importante come quello degli interventi di prevenzione per il dissesto idrogeologico compromesso dai ritardi economici che però non hanno riguardato i lavoratori di Calabria verde. I lavoratori mobilitati evidenziano anche questa disparità e chiedono la necessaria copertura finanziaria in bilancio.


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

dedicato a tutti noi...A BATTITORE LIBERO E A GIANLUCA PERSICO
- da kamicaze -


video

domenica 21 settembre 2014


riceviamo e pubblichiamo:

 UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE AL CARO PASQUALE VENTRICE ED AI SUOI FAMILIARI, CHE HANNO VOLUTO NEL LORO LIBRO RICORDARE UN UOMO DELLE ISTITUZIONI...MIO PADRE.....GRAZIE!!!



venerdì 19 settembre 2014

http://www.radioradicale.it/scheda/420970?format=32
clicca su questo link per ascoltare l'ntervento di
Carlo Tansi
 

Carlo Tansi
geologo
17:5111' 47"
Carlo Tansi è ricercatore dell'Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Cosenza


                                                                        VIDEO

video


giovedì 18 settembre 2014

ANCORA UNA FUMATA NERA SULLA VERTENZA  DEI SORVEGLIANTI  IDRAULICI REGIONALI , INERENTE LE SPETTANZE  ARRETRATE.

RICEVIAMO E CI CHIEDONO DI PUBBLICARE QUESTO POST...TRATTO DA FACEBOOK, SULLA REALE SITUAZIONE DI QUESTO SERVIZIO, STRATEGICO ED IMPORTANTE PER LA PREVENZIONE E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO REGIONALE INERENTE IL DISSESTO IDROGEOLOGICO -

In tutta Italia, il Servizio di Sorveglianza Idraulica è espletato nei giusti modi, tranne che in Calabria. In tutta Italia ufficiali e sorveglianti idraulici, sono rispettati, come sono rispettate tutte le forze dell'ordine nello svolgimento del proprio lavoro, in Calabria no, i lavoratori di questo servizio devono andare ad elemosinare le loro spettanze nei vari assessorati. In tutta Italia il servizio di sorveglianza idraulica è in forza negli enti locali, in Calabria è in una azienda che fa capo alla forestazione. In tutta Italia il servizio di sorveglianza idraulica è visto come un importante servizio di bene collettivo e di tutela dei cittadini, in Calabria lo considerano un mero bacino di voti. Hanno anche il coraggio, in Calabria, di fare ogni estate, continue conferenze stampa sul mare sporco, che ogni anno fa diminuire il turismo provocando perdite economiche, non vedendo che facendo funzionare il servizio di sorveglianza idraulica avrebbero la risoluzione senza aggravio di costi. In Calabria se il mare è sporco, magari dipende dagli scarichi fognari che i sorveglianti idraulici non possono sequestrare, perché non hanno le competenze. In Calabria i sorveglianti idraulici, non possono multare chi taglia alberi abusivamente provocando frane e smottamenti con conseguenti perdite di vite umane e disastri di dimensioni paurose. La Calabria è proprio una terra a parte, andrebbe inserita in quelle regioni a statuto speciale. Inutile parlare con questa gente che ha governato, governa, o governerà nei prossimi anni la Calabria, sono sordi, non vogliono sentire. Andrebbero denunciati per disastro ambientale! Lasciatevelo dire, a voi che siete nei piani alti, SIETE DEI PEZZI DI ......(redazione omissis!)

lunedì 15 settembre 2014





Ci prepariamo a questo importante appuntamento, il nostro territorio verrà mostrato come una grande risorsa da tutelare e salvaguardare per un futuro roseo per tutte le generazioni. Questo workshop sarà interamente dedicato alla riscoperta Dell peculiarità paesaggistiche e gastronomiche della nostra area... Un valore inestimabile che merita attenzione e riflessione. Mi auspico la partecipazione massiccia dei giovani che come me credono in un concreto rilancio! Questo rilancio parte da noi stessi dalla conoscenza che tutto questo non passi inosservato ai nostri politici.
 
 

mercoledì 3 settembre 2014




CosenzaGAZZETTA DEL SUD

Sorveglianti idraulici
incontro con Regione

02/09/2014

Mattinata ad alta tensione a Cosenza per la protesta dei sorveglianti idraulici. Scontro tra lavoratori e sindacati. Poi l'incontro con il dirigente regionale di settore. La giunta regionale si occuperà della vertenza

Sorveglianti idraulici
incontro con Regione
Hanno trascorso la notte nella sede dell'ex Afor a Cosenza i sorveglianti idraulici in protesta da ieri a Cosenza. Rivendicano il pagamento delle spettanze relative ad alcune mensilità del 2012, del 2013 e da aprile 2014. Protesta autonoma e tensione alta  con i sindacati che avrebbero voluto dialogare con i lavoratori. In tarda mattinata i lavoratori hanno incontrato il dirigente regionale di settore, Cordova, il quale ha assicurato che la giunta regionale si occuperà nella prossima riunione (domani o dopodomani) della vertenza e darà risposta  alle trecento famiglie in difficoltà in Calabria. I lavoratori hanno fatto sapere che presidieranno  Palazzo Alemanni a Catanzaro. Se non dovessero arrivare segnali concreti- fanno sapere di essere pronti per azioni eclatanti. 
=============


 Segreteria Sindacale
In questo momento mi ha chiamato il commissario dell'Afor dott. Postorino la quale mi comunica che entro la mezzanotte avrà i soldi trasferiti dal Bilancio sul conto Afor. Domani ci saranno i pagamenti. Si sottolinea che l'Afor si è sempre spesa al riguardo anche con l'ultima lettera di sollecito alla giunta per inserire il decreto nelle priorità. Lettera pubblicata in questo blog.
Gianluca Persico